Piante legnose e cespugliose in contenitori

Piante legnose e cespugliose in contenitori

Concimazione

La concimazione delle piante legnose coltivate in vaso o in fioriera, deve tenere presente che il volume di terreno a disposizione delle radici è relativamente basso in rapporto alla dimensione della chioma. Le frequenti irrigazioni dilavano gli elementi nutritivi del terriccio e le radici sono spesso soggette a stress da sbalzi termici (sia nel periodo invernale che estivo) o da carenza d’acqua.

Irrigazione

Le piante in contenitori vanno irrigate anche d’inverno, circa ogni 15-20 giorni, con  neve oppure acqua tiepida. In base alle condizioni climatiche, all’esposizione (nord-sud), alla stagione, al tipo di pianta ed al volume della stessa  si decide quando e come bagnare. Ci si può regolare toccando il terriccio di coltivazione del vaso/fioriera, garantendo al meglio l’umidità e di conseguenza la quantità dell’acqua.

Suggerimenti

Al momento del rinvaso, distribuire e miscelare nel terreno del concime organico, sufficiente per tutta l’annata. Nelle annate successive effettuare una concimazione primaverile al termine delle gelate invernali ed un’integrazione nutritiva lungo il mese di agosto.
Attenzione ai tagli drastici.
Le piante in contenitori aventi apparati radicali molto ridotti, richiedono piccoli asporti di chioma, sia nelle caducifoglie ed in particolar modo nelle sempreverdi, in quanto la spinta vegetativa è assai ridott