Tosatura del manto erboso

Tosatura del manto erboso

Le operazioni di tosatura del prato sono sicuramente quelle che impegnano la maggior parte del tempo speso per la cura del prato. La regolarità e l'attenzione con cui vengono effettuate le falciature dell'erba hanno una grande importanza non solo per la bellezza del prato, ma anche per la sua salute.
Tagliare il prato è necessario per evitare che l'erba possa fiorire e quindi indebolirsi, peggiorando esteticamente. Una tosatura regolare favorisce anche lo sviluppo e l'espansione del manto erboso che tenderà a riempire gli spazi vuoti rendendo meno agevole la crescita delle erbe infestanti.

L'altezza di taglio è definita, oltre che dalla specie di erba presenti nel prato, anche dal periodo dell'anno.
Il primo taglio, che si effettua in marzo e va eseguito piuttosto alto, tagliando cioè solo pochi centimetri, ha lo scopo di favorire la ripresa dello sviluppo.
A primavera inoltrata è possibile effettuare un taglio un po' più basso.
Nel periodo più caldo è necessario alzare il taglio per impedire un'eccessiva evaporazione dell'acqua. Con il rallentamento della crescita è possibile anche aumentare l'intervallo tra una tosatura e l'altra.
Dopo l'estate si ritorna ad abbassare il taglio alla stessa altezza della primavera per arrivare all'ultimo taglio dell'anno in cui l'altezza dovrà essere ridotta al minimo (in funzione del tipo di erba) per consentire al prato di resistere meglio ai rigori dell'inverno.